lunedì 20 novembre 2017

Ciao a tutti! State cominciando a preparare le card da spedire ad amci e parenti?
Io si e oggi voglio farvi vedere come fare per farne una simile alla mia!

Eccola qua! Si compone di una copertina e un interno che si apre, nel quale potete aggiungere a piacimento abbellimenti e/o frasi personalizzate


vediamo le misure dei materiali:
cartoncino bazzil h11x 23cm, piega a 11 e 22cm


carta fantasia non troppo sottile 11x11cm

biadesivo nella parte piegata da 1cm e ci sovrapponiamo la carta fantasia


deve venire così!


prendiamo per la parte interna una carta fantasia (la vedete voltata così si vedono bene le pieghe)
di 20x20cm e facciamo pieghe su entrambi i lati a 5-10-15cm poi nei quadrati interni tracciamo le diagonali come in foto sotto


ora facendo forza su quelle diagonali creiamo la piega per chiudere il foglio


lo incolliamo nella parte interna della card con del biadesivo come nella foto sotto


torniamo alla copertina: io ho utilizzato il timbro che vedere nella foto e il versafine nero, cercate di centrarlo non nelle misure del foglio ma calcolando anche gli abbellimenti da mettere in un secondo momento


fustella cerchio fermata con un po di washi tape e buco entrambi i fogli


 inserisco una taschina con paillettes e altri abbellimenti e richiudo insieme le due pagine


ed ora abbellimenti a piacere!

Ecco come risulta la parte interna quando la aprite... in mezzo ho messo un taglio di bazzil 6x6cm e uno di 7x7cm di carta colorata


spero vi abbia ispirato!!! Alla prossima!

giovedì 16 novembre 2017

Buongiorno scrapperine!
Oggi sotto i nostri riflettori non abbiamo un attrezzo scrap o una nuova tendenza ma un libro. Non un semplice libro sia chiaro! Oggi vi voglio parlare di un libro bellissimo dedicato allo scrapbooking inteso come book of me.
Io l'ho preso il mese scorso e me lo sono fatto autografare da Rosy Mercurio in fiera a Vicenza. Rosy è una vera scrapper, non una persona qualsiasi che ha scritto il libro per fare business e basta. Una scrapper di vecchia data che nello scrapbooking ci ha messo l'anima. Lei è una persona dolcissima e sempre sorridente, solare come il libro che ha scritto.
Ora vi mostro una foto che ho scattato insieme a lei in fiera.


E poi, per la descrizione del libro, mi sono affidata a lei, che gentilmente di presenta il suo libro. Vai Rosy!



Salve a tutte scrappers nottambule…come me!!!!
Adoro creare di notte e di notte sono nate le pagine del book of me, il libro di esercizi creativi edito da Vallardi che ho scritto per tutte le creative, creative al di là di quello che sia la tecnica, il materiale che prediligono per esprimerla. Il book of me non nasce come un libro, ma vent’anni fa quando ho fatto il primo esercizio, nacque come mio personale percorso di ricerca e auto-terapia allo scopo di utilizzare la mia creatività per vivere e affrontare le difficoltà in maniera differente, volevo usare la creatività come medicina, da somministrare al mio spirito, senza effetti collaterali. Per me quell’approccio è stata la svolta, infatti ogni libro, esperienza, studio, nuova conoscenza diventavano esercizio del mio “ diario della felicità “ perché tra quelle pagine volevo trovare ogni volta la spinta a ricominciare a non arrendermi, a vivere anche quella leggerezza che spesso facciamo fatica a trovare. Dopo dieci anni ho incontrato lo scrap, ho trovato la mia dimensione creativa a qual punto mi è venuta voglia di condividere il mio percorso e invece di riprendere a fare gli esercizi ho cominciato a raccontarli, in breve ogni esercizio è diventato un capitolo che affronta diverse problematiche che però ci accomunano tutte in quanto creative.

Per me il book of me è una cassetta degli attrezzi per chi vuol fare manutenzione quotidiana alla propria vita e dirigerla verso la felicità, intesa come uno stato d’animo di libertà e soddisfazione personale.

Ovviamente essendo diretto alle creative ci sono dei capitoli che maggiormente mettono a fuoco problematiche riferite più strettamente al nostro approccio alla tecnica  che abbiamo scelto per esprimerci, uno di quelli che a mio avviso può essere utile a ripensarci come artiste è il capitolo “a bottega dalle creative” dove in maniera molto divertente insegno invece un metodo efficace per sbloccarsi e cominciare o ritornare a creare in maniera più consapevole.

Il book of me presenta quindici capitoli ognuno dei quali diviso  in tre sezioni nel primo con il tono colloquiale di un’amica spiego perché ho creato quell’esercizio e in cosa può essere utile alla persona che decide di farlo, nella seconda parte c’è la sezione istruzioni in maniera che la creativa si senta condotta per mano verso il percorso, infine nella terza parte ho ideato ogni esercizio anche a livello grafico ci sono tante pagine colorate bustine grafici e tantissime altre cose assolutamente originali dove chi fa il percorso potrà svolgere ciascun esercizio, non si deve mai uscire fuori dal libro tutto quello di cui si necessita è dentro il libro stesso, che ho fortemente voluto in  formato tascabile e leggero perché ognuna possa portarlo con sé ogni giorno, ogni spazio è pensato da “scrapper” quindi fortemente personalizzabile, perché diventi bello anche da vedere perché racconti anche ciò che nello scrap ci piace, ogni esercizio concepito anche per chi non sa cosa sia lo scrap, se sei una scrapper è assolutamente riconvertibile in chiave scrap, molti degli esercizi possono coniugare i contenuti alla nostra voglia di scrappare  infatti alla fine il book of me racconterà la storia di chi decide di affrontare il percorso, è una forma autobiografica quasi inconsapevole, un’autobiografia che cura mentre sei occupata a creare. Ogni capitolo contiene uno strumento prezioso per il nostro percorso nello scoprire che tipo di artista siamo e come affrontiamo lo scrapbooking.





Anche se lo scrap non viene quasi mai nominato voi che siete scrapper lo leggerete tra le righe di ogni capitolo, io non faccio scrapbooking io sono una scrapper, io vivo la vita con una consapevolezza narrativa autobiografica assolutamente diversa da quando quattrordici anni fa ho incontrato lo scrap, il book of me è uno strumento per trasformare il vostro approccio allo scrapbooking, è uno strumento che vi aiuterà a diventare delle scrappers e non a fare scrap. Vi saluto come farebbero gli americani quando diventano dipendenti da qualcosa “Salve sono Rosy Mercurio e sono una scrapper,  scrappo da quattrodici anni, l’ultima volta che ho scrappato è stata stanotte alle due ” !!!!

Grazie Rosy per essere stata qui con noi oggi!

mercoledì 15 novembre 2017

Buongiorno scrapperine!
So che aspettavate questa notizia ieri ma purtroppo c'è stato un piccolo ritardo.
La vincitrice del mese di ottobre é NUNZIA con questa bellissima Card!



Complimenti Nunzia, sarai la nostra prossima guest designer!

venerdì 10 novembre 2017

Buongiorno a tutte!  chi vuole un caffè???
Oggi è il mio turno di offrirvi un video, e così, visto che ultimamente ho istigato all'acquisto compulsivo di questi pennarelli che abitano nella mia craft room da quasi tre anni più di qualcuna(ehm...), ho pensato di farvi vedere un po' di colorazione con gli spectrum noir ad alcohol...



ho usato il meraviglioso timbro di Impronte d'autore della nuova collezione su Alice, anche lui inquilino intonso e fremente del mio armadio craft..


hanno sicuramente un'altra qualità rispetto ai loro cugini copic ma una volta presa un po'di mano direi che si fanno usare con dignità..
voi che ne dite???


Buona visione! (e perdonatemi i titoli di coda.........non si son salvate le ultime modifiche......)

fatemi sapere che ne pensate e...

BUONO SCRAP!

a presto,
ire

lunedì 6 novembre 2017

Oggi sono qui a condividere con voi il mio ultimo progetto che si presta bene ad essere una bellissima idea regalo. Infatti è proprio quello che ho fatto io: l'ho regalato ad una persona davvero speciale! Di cosa si tratta? Di decorare l'iniziale del nome della persona in questione, precisamente una lettera in chipboard (la mia era alta più o meno 20 cm). Ho utilizzato due carte per lo sfondo e vari elementi decorativi come die cuts, stencil con pasta modellabile, nastro, washi, distress oxide... Elementi importanti della creazione sono le due frasi motivazionali: 'Be Happy' e 'Smile more, worry less' che rappresentano il mio augurio per la persona che ha ricevuto questa creazione.


 Qui potete vederla nella sua interezza...

Spero che il mio progetto vi sia stato d'ispirazione... Alla prossima!
Gina

mercoledì 1 novembre 2017

Eccoci arrivate all' appuntamento con la nostra sfida 'ScrapWordChallenge' che oggi si arricchirà di una nuova parolina! Per il mese di novembre dovrete creare i vostri progetti scegliendo i vincoli che iniziano con le lettere della parola SCRAP, facile no? Sappiamo che questa nuova tipologia di sfida vi sta piacendo molto e noi non possiamo che essere felici!

Io (Gina) ho interpretato la parola Scrap in questo modo:

Shaker
Cannuccia
Red
Acetato
Paillettes

reallizzando un 'Lollipop' shakerato.

Crissi ha realizzato questo Layout.

Sentiment
Circle
Red
Arrows
Paper pad


Kicka ha realizzato una card componendo la parolina così:
Space
Card
Rosso
Augurio
Prisma Color



Monia ha realizzato un Layout 20x20 cm
Stencil
Cardstock
Rosa
Arancio
Paillettes/paroline Yuppla


Per Ilaria Scrap è:
Scamping
Calendario
Rilegato
Album
Pattern

Ire l'ha declinata cosi in una card per una laurea:

Sentiment
Cuciture
Russia
Arricciatura
Pastelli



La nostra guest designer Laura - Paper L. invece ha declinato la parolina Scrap in questo modo:

Stencil
Cornici
Rete
Abbellimenti
Parole


Ed ora aspettiamo i vostri lavori!


mercoledì 25 ottobre 2017

Oggi nel nostro salottino abbiamo il piacere di ospitare e conoscere meglio una scrapper giovanissima che siamo sicure, farà molto strada! Le sue creazioni profumano di freschezza e allegria e trasmettono una gioia che non può non contagiarti! Stiamo parlando di Giulia, conosciuta sul web come 'Cartaypapel'... perché questo nome? Ce lo lasciamo raccontare direttamente da lei!


Ciao Scrappers della notte!

Prima di tutto, grazie a tutte voi (ma in particolare alla dolcissima Gina) per avermi dato l'opportunità di condividere sul vostro blog un mio progetto! Sono felicissima e onorata di farlo!

Mi presento!
Per chi non mi conoscesse, mi chiamo Giulia, ma nel mondo scrap sono conosciuta come Cartaypapel! Perché questo nome? Perché mi sono avvicinata al mondo dello scrap 6 anni fa quando mi sono trasferita in Spagna, ad Oviedo, per fare il mio Erasmus. Sono sempre stata appassionata di cartoleria e in particolar modo di tutto quello che ha a che fare con la carta e quando ho scoperto lo Scrap è stato amore a prima vista. Il nome Cartaypapel mi rappresenta sia per la mia passione per la carta (“papel” in spagnolo vuol dire carta) sia per il legame speciale che ho con la Spagna. In più c'è un altro significato nascosto! “Carta” in spagnolo vuol dire lettera! Da bambina ne scrivevo tantissime: ai miei nonni che abitavano lontani, alle mie cuginette e alle amiche. Ora ho sostituito le lettere con lo scrap: quando voglio mandare un saluto ad amici o parenti lo faccio sempre in modo scrapposo, aggiungendo foto e ricordi! Infatti quello che preferisco nel mondo scrap sono i mini-album! Per me fare scrap vuol dire raccogliere momenti importanti attraverso le foto per poi avere la possibilità di sfogliarle con il passare del tempo! E no, non basta stampare le foto, perché creare qualcosa di bello è lo stimolo più grande che ci possa essere per poi tornare a guardare quelle foto anziché lasciarle nel cassetto! Ma che ve lo dico a fare? Sicuro lo sapete meglio di me! :)
Scrap a parte, sono nata a Trieste ma i miei genitori sono pugliesi! Un bel mix di culture per il quale mi sento molto fortunata! Sono laureata in Pianoforte e in Lingue e letterature straniere. Ho lavorato come insegnante di pianoforte e come organizzatrice di eventi in ambito culturale e proprio questa passione mi ha spinta, pochissimo tempo fa, a dare una svolta alla mia vita. Sono stata ammessa all'Università di Bologna per seguire un master Internazionale in Management culturale. A settembre mi sono trasferita in questa bellissima città e ho iniziato a seguire dei corsi che mi piacciono tantissimo! Purtroppo è un impegno considerevole e il tempo libero è davvero ridotto, quindi sono costretta a sacrificare parte del tempo che fino ad adesso dedicavo allo scrap. Ma credo di essere nel posto giusto, perché tutte voi come me avete poco tempo a disposizione e ci sarà un motivo se ci chiamiamo scrapper della notte giusto? Quindi, bando alle ciance e vi faccio vedere il progetto che ho realizzato per voi! Spero vi piaccia tanto quanto a me!

Piccola premessa: so che siamo in autunno, Halloween alle porte e il Natale in arrivo. Oggi però non vi farò vedere un progetto strettamente legato a queste tematiche. Ce ne sono già tantissimi e bellissimi in giro! Ho pensato invece di realizzare un mini-album (tanto per cambiare! Ma che ci volete fare... è il mio!) in versione porta-tessere, dalla struttura facilissima, ma molto versatile. Perché porta-tessere? Dovete sapere che, da buona triestina, sono un'amante del buon caffè! Non sono di quelle persone che bevono il caffè a tutte le ore perchè dà la carica o perchè mantiene svegli. No, io bevo il caffè perchè mi piace il suo sapore e perchè adoro il momento del caffè in compagnia o da sola, nel mio bar di fiducia! Quindi essendomi trasferita da poco avevo bisogno di sondare il territorio e trovare i miei punti di riferimento per un buon caffè! Così ho pensato di fare un porta-tessere dove conservare i biglietti da visita dei bar! Ovviamente c'è posto anche per aggiungere foto e commenti! Come vi dicevo, la struttura è molto versatile e si può davvero adattare ad ogni esigenza, perciò spero possa essere d'ispirazione per i vostri progetti!
Materiali
         Cartone grigio spesso (va bene anche quello delle scatole di cereali): due pezzi 10x13 cm; un pezzo 2,5x13 cm
         3 fogli scrap 12x12 (single o double sided a vostra scelta)
         5 buste porta-tessere nel modello che si apre a libro (io le ho comprate dai cinesi). Le misure delle mie buste sono 7,5x12 cm (quando sono chiuse a libro)
         4 eyelets per crop-a-dile
         filo tipo baker's twine

Abbellimenti (a piacere)
Io ho usato:
         un foglio di sticker 6x12. Doodlebug design – Cream and Sugar
         stickers in 3D per la copertina. Doodlebug design – Cream and Sugar
         die cuts. Pink paislee. Turn the page
         un blocchetto di abbellimenti. Pink Paislee – Turn the page
         una confezione di enamel dots

Attrezzature
colla, scotch, forbici, cutter, taglierina e crop-a-dile
Parto dalla struttura esterna. Scelgo quale carta usare per la copertina. Io ho scelto uno sfondo neutro con effetto legno che mi ricorda il tavolo di un bar ;) Taglio il foglio a 16x28 cm e incollo sul retro il cartoncino grigio, facendo attenzione a lasciare uno spazio di almeno 0,5 cm tra un pezzo e un altro (questo fa sì che la carta non si rompa quando la pieghiamo). Poi taglio gli angoli come in figura.
Procedo piegando e incollando l'aletta superiore e inferiore e poi quelle laterali. Questo è il risultato:
Ora rivesto la parte interna della mia struttura. Scelgo una delle mie carte scrap, la taglio a 23x12 cm e la incollo.
Realizzo quattro fori sul bordo laterale della mia struttura che mi serviranno per la rilegatura. Con la crop-a-dile fisso 4 eyelets. Io ho realizzato i fori a occhio, senza misurare alla perfezione. L'importante è che siano alla stessa altezza e distanza dal bordo.
Passiamo ora alla struttura interna. Creo 4 “quaderni”. Due sono formati da una pagina di carta e una busta porta-tessere; due sono formati da due buste porta-tessere e una pagina di carta. Le pagine di carta le realizzo tagliando le mie carte scrap a 15,5x12 cm e piegandole alla metà. Rilego il tutto semplicemente pinzando con una pinzatrice.
A questo punto con il baker twine lego i quadernini alla struttura interna. La rilegatura è facilissima. Ogni quadernino è legato con un pezzo di twine che viene fatto passa nei fori. In ogni foro passo due fili diversi, in ciascuno dei quali inserisco un quadernino. Quindi: un filo per ogni quadernino. Il filo lo chiudo con un piccolo nodo che viene nascosto all'interno del quaderno.
E adesso arriva la parte divertente! La decorazione!!
All'interno con die cuts e stickers...
Incollo degli stickers anche sulle buste porta-tessere:
Ho decorato anche l'interno della copertina creando una tasca con un pezzo di carta avanzata (incollando solo tre lati). Ho inserito un tag e posso inserire altri biglietti da visita.

E infine la copertina esterna!
Spero di essere stata abbastanza chiara nella spiegazione dei vari passaggi. Se avete dubbi o domande non esitate a chiedere spiegazioni.
Spero che questo progetto vi sia piaciuto e non vedo l'ora di sapere cosa ne pensate! Ovviamente mi farà molto piacere vedere i vostri progetti realizzati con questa divertentissima struttura!

Un saluto a tutte!! E se avete voglia di un caffè, sapete dove trovarmi!! :)

Giulia Cartaypapel


Dietro ogni grande donna, c'è sempre una buona tazza di caffè!

Grazie Giulia per essere stata nostra ospite!

venerdì 20 ottobre 2017





Non tutti amano questa festa tipicamente anglosassone entrata prepotentemente anche qui in Italia, però per le creative è un modo come un altro per dare libero sfogo al proprio estro.


Se cercate sul nostro blog Halloween usciranno fuori tutti i nostri lavori a tema, quindi s siete alla ricerca di idee per qualche festa di bimbi vi consiglio di farci un giro.

Io quest'anno vi propongo un layout, ho questa carta Pink Paisley da non so più quanti anni in giro per casa e finalmente ho trovato l'ispirazione giusta per utilizzarla.

La foto è di tre anni fa (come vola il tempo posso dirlo?) la mia piccola Sofia mi ha fatto da modella per un vestitino realizzato per un tutorial a tema Halloween, ho stampato questa foto da mesi ormai e finalmente mi sono decisa a darle il giusto risalto.

Vi confesso che nell'angolo in basso a destra c'era un teschio con le ossa incrociate, ho pensato di coprirlo perché mi sembrava troppo in contrasto con la foto che più che terrore ispira di sicuro tenerezza!




Sono tutti ritagli provenienti da carte a tema (vecchie!) di Teresa Collins, il journaling è nascosto in un piccolo note, quello sopra la foto con scritto pumpkin.


Ho utilizzato dei timbri clear a tema halloween, le zucche e il pipistrello (è troppo carino!) e un file che ho digitalizzato e ritagliato con la Silhouette Cameo per il titolo.


E voi vi state già preparando per la festa più spaventosa dell'anno? Happy Halloween a tutti :-)

Know us

Contact us

Nome

Email *

Messaggio *